Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Login

Canarypedia è una comunità interattiva. Iscriviti ed effettua il login!

Guida all'acquisto dei canarini

Innanzitutto va detto che il periodo migliore per acquistare dei nuovi soggetti è il periodo che va da settembre a dicembre. In questo periodo i soggetti avranno terminato la muta e saranno in perfetta forma.


Il posto migliore per fare acquisti è presso degli allevatori. Se avete degli allevatori di fiducia rivolgetevi a loro. Nei negozi è molto più difficile riuscire a trovare dei buoni soggetti.


L’ideale sarebbe trovare un negoziante/allevatore!

Leggi tutto: Guida all'acquisto dei canarini

Addomesticamento - Questione di etica

Questi discorsi etici sono sempre difficili da intraprendere, le correnti di pensiero sono molte e contrastanti. Ricordiamoci sempre qual'è però la base comune da cui si parte... il benessere del canarino, che, come parte più debole, va sempre rispettato!

L'avvicinamento degli animali da parte dell'uomo però non è cosa che avviene solo con i canarini e solo nelle gabbie. Ad esempio è capitato a persone a me vicine di avere a casa loro delle tortore selvatiche che puntualmente all'ora di pranzo si presentavano a mangiare le briciole della tovaglia sbattuta fuori dal balcone. Ebbene, col passare degli anni queste tortorelle hanno preso talmente tanta confidenza che ad un certo punto non scappavano nemmeno nel mentre che la tovaglia veniva sbattuta e dopo qualche tempo ancora addirittura volano addosso agli uomini e non disdegnano le briciole di pane tenute in mano. Questo è un comportamento voluto da loro, nessuno le ha certo obbligate. È giusto o sbagliato? Certo ora si avvicinerebbero anche a uomini senza scrupoli e con altre intenzioni... cosa fare allora?

Leggi tutto: Addomesticamento - Questione di etica

Il canarino in natura

Il canarino ancestrale è un piccolo uccello da canto delle dimensioni di circa 12,5cm proveniente dalle isole Canarie, dalle quali prende il nome comune con il quale viene riconosciuto.

Nella sua forma ancestrale assume colorazioni giallo-verdastre con striature melaniniche sulle remiganti e copritrici delle ali. La coda assume anch'essa un color giallo scuro. La femmina appare simile al maschio con l'unica differenza in una colorazione più spenta e grigiastra. Il peso di un soggetto adulto si aggira tra i 15 ed i 20 grammi.

La popolazione selvatica è relativamente numerosa, si stima l'esistenza di circa 150.000 coppie in un areale comprendente le isole Canarie, dove la presenza è maggiore, le Azzorre e Madera.

La sua esistenza in natura non è minacciata ed è dunque nella categoria di "rischio minimo", nonostante ciò la cattura e le esportazioni dai luoghi di origine sono severamente, (ndr. e giustamente), vietate.

In natura il canarino si riproduce in nidi a forma di coppa che la femmina costruisce in mezzo alle fronde degli alberi utilizzando materiali semplici come piccoli rami, erba e muschio, rivestendo la parte interna con materiali più morbidi come le loro stesse piume. La stagione degli amori trova il suo apice fra i mesi di marzo e giugno, le femmine depongono da 3 a 5 uova per cova effettuando 2 o 3 cove l'anno. Dopo un periodo di incubazione di circa 14 giorni le uova danno alla luce dei pullus nudi, coperti solo da una finissima peluria, che verranno alimentati da entrambi i genitori fino allo svezzamento avvenente attorno ai 30 giorni di vita anche se i novelli cercheranno di abbandonare il nido molto prima, attorno all'età di circa 16 giorni.

Cos'è la muta nei canarini

Dettaglio di una pennaLa muta è una fase importantissima nella vita dei canarini durante la quale vengono rinnovate le delicate penne e piume che permettono agli uccelli di volare e gestire la temperatura corporea.

La necessità di questo rinnovo nasce dalla estrema delicatezza di queste strutture, perfettamente modellate dalla natura per far fronte a tutte le necessità biologiche di questi animali e nel contempo essere estremamente leggere e morbide. Si consideri che il piumaggio completo di un canarino pesa in media 1,5gr. (Zingoni 1997).

Durante il ciclo di vita annuale del canarini vengono effettuate due mute, una secondaria, che avviene nel mese di marzo, interessa solo le piumette utili al riscaldamento dell'animale e prepara l'organismo ad affrontare il periodo della cova. Questa muta solitamente non comporta problemi, e forse non è nemmeno legittimo rivolgersi ad essa con questo termine in quanto non vi è un vero e proprio ricambio delle piume, ma solamente una perdita delle piume dell'addome nelle femmine per permettere il riscaldamento delle uova tramite le placche incubatrici e di qualche piuma in generale per tutti i soggetti.

La muta principale invece inizia nei mesi di Agosto/Settembre ed interessa l'intero patrimonio di penne e piume dei soggetti adulti mentre nei novelli vengono cambiate solo le piume per fare posto alla livrea definitiva.

Leggi tutto: Cos'è la muta nei canarini

Visite agli articoli
180989

Ultime dal forum

  • Nessun messaggio da mostrare.