Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Login

Canarypedia è una comunità interattiva. Iscriviti ed effettua il login!

La speratura delle uova

La speratura delle uova consiste nell'osservare in controluce le uova di canarino dopo qualche giorno di incubazione allo scopo di capire preventivamente se ogni singolo uovo è da considerarsi fecondo oppure "bianco".

Lo scopo di questa operazione è quello di poter individuare con l'anticipo di circa una settimana una buona covata oppure un nido pieno di uova che non si schiuderanno mai con la conseguenza di un grande affaticamento della canarina in cova per nulla. È infatti accertato che durante tutto il periodo di cova, una canarina alza notevolmente la sua temperatura corporea entrando in uno stato chiamato "febbre da cova" per poter meglio scaldare e quindi dar vita alle proprie uova. Evitare giorni di cova sprecati per delle uova vuote significa quindi sia guadagnare tempo per una cova successiva sia, cosa più importante, evitare un notevole stress e dispendio di energie.

La speratura è consigliabile effettuarla dopo 7 giorni di incubazione delle uova ed esistono svariati modi per poter osservare le uova in controluce, qui vi parlerò dei due metodi più usati:

1) Osservazione diretta nel nido.

È il metodo più sicuro per evitare di rompere le uova, soprattutto per chi è alle prime esperienze ed è soggetto ad essere ansioso e quindi non avere mani ferme. Ovviamente il rovescio della medaglia è quello di essere meno preciso del metodo di cui vi parlerò dopo.

Consiste nel posizionare una piccola torcia tascabile a fianco di ogni uovo all'interno nel nido, permettendo di osservare se l'uovo appare scuro al suo interno oppure chiaro facendo passare molta luce. Nel primo caso la formazione dell'embrione nell'uovo bloccherà gran parte della luce indicandoci che l'uovo è correttamente fecondato ed il pullus è in formazione, nel secondo caso invece la sola presenza del tuorlo e dell'albume farà passare molta luce indicandoci che abbiamo per le mani un buon candidato per una mini-frittata. ;-)

2) Osservazione di ogni singolo uovo su un supporto fortemente illuminato.

Questo procedimento è relativamente facile, servono però molta calma e tatto durante la manipolazione delle uova in quanto essendo molto fragili si rischia di causare delle antipatiche rotture. Garantisce un'osservazione molto più dettagliata ed è possibile anche intravedere le vene di sangue in formazione all'interno dell'uovo lasciando veramente poco spazio ai dubbi.

Si procede creando un foro del diametro di 1cm in un foglio di cartoncino scuro. Il cartoncino va poi messo sopra ad una lampada, ad una distanza di 10cm, per comodità può essere una comune lampada da scrivania con la possibilità di illuminare verso l'alto. A questo punto basta appoggiare sul foro del cartoncino le uova una ad una per poter avere una chiara immagine del loro interno. Come per il metodo sopra, se le uova appaiono scure allora l'uovo è buono, nel caso siano chiare purtroppo sono da scartare.

Di seguito vi riporto due fotografie che mettono a confronto un uovo "buono" con un uovo "bianco" di modo da poter avere subito sott'occhio le differenze.

Visite agli articoli
189677

Ultime dal forum

  • Nessun messaggio da mostrare.